Possiamo lavorare insieme se vuoi...

  • Fare un viaggio di scoperta dei tuoi talenti, delle tue potenzialità, scoprire il tuo perché
  • Disegnare un progetto di vita, una nuova professione che ti renda felice, allineata ai tuoi valori
  • Chiarirti e scegliere i progetti più importanti tra le tue tante passioni, farli diventare qualcosa di concreto
  • Progettare il tuo sogno in modo prima creativo e poi pratico, quello che pensavi impossibile si realizza
  • Costruire il tuo marchio, fatto dalla tua storia, dai tuoi valori, proprio tuo, quando lo guardi ti emozioni
  • Conoscere il tuo cliente ideale, sapere come parlare con lui, farlo innamorare del tuo lavoro
  • Avere un piano strategico per sapere come comunicare, quando e come essere efficace ma in linea con te.

La mia storia

Da che mi ricordi ho sempre avuto due grandi passioni: il computer e più in generale l’innovazione e la comprensione delle dinamiche umane, i comportamenti e la psicologia. Nel mezzo ci sono tutte le altre mie sperimentazioni creative da persona multipotenziale.

Dopo un percorso di studi umanistici ero convinta che mi sarei laureata in Psicologia ma non sono (ancora) riuscita a realizzare il mio sogno, nel frattempo non ho mai smesso di studiare, formarmi, incuriosirmi di tutto quello che mi stimolava. Ho studiato psicologia positiva, pnl, coaching, credo nella formazione continua e non smetto mai di imparare essendo una mia grande passione.

Nel mio cammino ho incontrato la crescita personale anche attraverso la spiritualità e le discipline olistiche e me ne sono innamorata, la mia curiosità mi ha spinto a sperimentarne molte. Mi sono appassionata ad alcuni strumenti di indagine interiore come l’enneagramma e gli archetipi, che utilizzo nel mio lavoro.

Il mio percorso lavorativo, iniziato presto, si concentra sulla passione verso l’innovazione nata sul Commodore 64 di mio padre ed esplosa quando ho incontrato Internet, dopo un corso di programmazione web lavorerò per quasi vent’anni in azienda come web designer e grafica fino ad approdare al web marketing, il social media e il community management.

Essendo un’altra mia passione mi sono dedicata molto alla formazione, sono stata docente di corsi informatici per la terza età, ho insegnato a bambini, adulti e anziani l’utilizzo delle nuove tecnologie.

Sono sempre stata abituata ad avere più lavori, quello ufficiale e tanti altri piccoli micro mondi di consulenze, formazione e supporto, questi ultimi dove sperimentare più liberamente. Nonostante avessi molti progetti extra lavorativi sentivo che il mio lavoro principale non mi completava, non stavo dando il contributo che avrei voluto, quando mi approcciavo alle persone nelle sessioni di formazione, nelle consulenze informatiche ma anche in ufficio mi accorgevo che utilizzavo molto di più l’ascolto, l’empatia che le conoscenze tecniche, ero per loro quasi più un motivatore che un tecnico, piaceva a loro e faceva sentire me davvero utile.

Mentre il mio malessere aumentava ho deciso di fermarmi e cominciare a guardarmi dentro mettendo insieme tutti i pezzi della mia vita e così uno dopo l’altro ho scoperto sempre nuovi modi di indagarmi, ho trovato temi ricorrenti nella mia storia, fin da ragazzina mi piaceva aiutare gli altri ascoltandoli e motivandoli, facendogli vedere le cose positive della loro vita. Le mie letture erano quasi tutte di psicologia, ricerca della felicità, le mie passioni andavano verso un’altra strada.

Il messaggio era chiaro, non stavo seguendo la mia strada per questo soffrivo, i ruoli che avevo in azienda mi rendevano un esecutore operativo mentre io avevo attitudini completamente diverse, di progettazione, ascolto, idealismo, pianificazione e creatività. Ero stretta in quel ruolo, i miei talenti erano la visione d’insieme, la capacità di motivare, di capire le persone, supportarle nel cambiamento e nelle difficoltà, la curiosità a sperimentare, a guardare avanti, a trovare soluzioni creative e trasversali.

E così un’altra volta ho capito che dovevo lavorare su me stessa, formarmi e cercare una strada che mi appartenesse. Ho seguito un master in gestalt coaching, dopo il primo anno ero così innamorata di come mi aveva fatto sentire e di quello che avevo imparato che ho proseguito il mio cammino di formazione in questo ambito.

Dopo il percorso ho cominciato ad approfondire i concetti legati alla scoperta dei talenti, del senso della vita, della ricerca della felicità. Ho scoperto il concetto di Ikigai. Mi appartenevano da sempre, li ho sentiti in linea con i miei valori profondi. Aiutare le persone a intraprendere quel viaggio di scoperta delle loro potenzialità, che avevo fatto anche io con tanti strumenti, era il mio centro.

Per me la progettualità è una forte componente della vita e della felicità, io ho bisogno di innamorarmi dei miei progetti, di crearne di nuovi o di essere impegnata a seguire quelli degli altri e vederli crescere. Noi tutti giorni sviluppiamo progetti attraverso il lavoro, è l’attività che facciamo per più tempo nella vita. Per questo è così importante, per me, che ognuno trovi il lavoro che lo renda felice, che sia in linea con i propri talenti. E se non è il lavoro quello che permette a una persona di esprimersi come vorrebbe mi piacerebbe che ne fosse consapevole e seguisse la sua strada fatta di un progetto di vita a sua misura.

Ho approfondito quindi materie più tecniche come lo sviluppo di un business, i business model, i canvas, il neuromarketing. Sempre più mi era chiaro che l’avvio e la riuscita di un piccolo business dipendeva molto dalla motivazione, dalla chiarezza, dall’allineamento con i propri valori. La forza del messaggio e della passione con cui si lavora ad un progetto che si ama supera di gran lunga tutte le valutazioni tecniche. Il lavoro naturalmente comporta altri aspetti importanti come la costanza, la disciplina, la resilienza, la determinazione, la capacità di fallire velocemente e rialzarsi, la caparbietà, l’equilibrio tra vita privata e lavoro…  ma senza la passione tutto questo non conduce ad un progetto che renda felici, la passione è il motore trainante che ci permette di andare avanti nonostante tutto. Alcune passioni non possono diventare un lavoro e questo è molto importante indagarlo prima di fare alcune scelte. Per questo spesso fallisce l’espressione “Fai della tua passione un lavoro e non lavorerai un giorno”. Bisogna saper distinguere quello che fa per noi, come siamo fatti.

Dopo aver seguito altri percorsi legati allo sviluppo di piccoli business mi sono concentrata sul personal branding, ho capito che era la naturale prosecuzione della mia visione. Una volta scoperti i valori fondamentali con gli strumenti di indagine e aver creato un progetto, occorre creare una presenza online etica e aderente al proprio sentire. Scegliere come parlare di sé e come risultare coerenti e allineati, senza sentirsi fuori posto o inadeguati, con un brand cucito su di sé è un altro ingrediente chiave del successo.

La maggior parte delle cose le ho imparate con i miei clienti, li ringrazio molto per avermi dato la possibilità di crescere insieme a loro. Sono le esperienze il nostro modo di crescere, utilizzo nei miei percorsi molti spunti per sperimentarsi nell’azione. Agire, sperimentare e muoversi sono un mantra che mi ripeto sempre, solo così si può superare la paura e fiorire nel proprio progetto di vita autorizzandoci a portare il nostro dono al mondo.

La scuola dei talenti

Ho molti sogni ma uno è un progetto che vorrei vedere realizzato, vorrei creare una scuola di talento, un luogo fisico dove le persone possano incontrarsi, indagarsi, seguire percorsi di introspezione e di formazione, fiorire nel proprio progetto, trovare la strada che li motiva ma anche sperimentare i loro talenti in percorsi esperienziali volti a sbloccare le paure, a lanciarsi nei loro esperimenti senza aspettare di vedere i loro sogni sgretolarsi davanti alle difficoltà e al tempo che passa.
Se sei interessato a partecipare a questo progetto scrivimi.

Se lavori con me aspettati di...

  • Essere spronata ad andare più a fondo, a impegnarti, a volte con l’energia di un coach
  • Farti un po’ di risate, uso l’umorismo come strumento di crescita e di leggerezza
  • Sentirti motivata e ispirata come non ti era mai successo
  • Lavorare molto, i miei percorsi sono impegnativi ma molto utili, potenti
  • Essere compresa nella tua vera natura, accolta per quella che sei

I miei regali per te

Cosa mi piace?

  • I libri, i manuali, ho un’adorazione per i libri.
  • Formarmi, andare ad eventi formativi, leggere e studiare, conoscere nuove discipline
  • Fare nuove esperienze, sperimentarle e poi raccontarle agli altri come ispirazione
  • Condividere progetti, progettare insieme ad altri nuove attività che portino un contributo positivo, fare networking
  • La creatività in tutte le sue forme, in particolare la fotografia, il design e l’arte contemporanea
  • La natura, io adoro sdraiarmi sul prato per sentire il contatto con l’erba, fare meditazione in mezzo agli alberi, sentirmi parte della natura
#list_9mo4q020c8 li{ color: #898989;}#list_9mo4q020c8 li:before{ color: #e5b1b3;} #list_sfttsyrp2a li{ color: #898989;}#list_sfttsyrp2a li:before{ color: #e5b1b3;} #cata_custom_heading_408fzxwvpj > h4, #cata_custom_heading_408fzxwvpj > h4 a{} #cata_button_ujtjz9he2w.cata-button{}#cata_button_ujtjz9he2w.cata-button .cata-btn{color: #ffffff; background-color:#e49497}#cata_button_ujtjz9he2w.cata-button .cata-btn:hover{color: #ffffff; background-color:#e5999c} #list_r2z26b3nz9 li{ color: #898989;}#list_r2z26b3nz9 li:before{ color: #e5b1b3;}